FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3927713
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: la mobilitazione unitaria continua

ISTAT: la mobilitazione unitaria continua

Incontro oggi venerdì 13 con l'amministrazione, assemblea dalle 14

13/11/2015
Decrease text size Increase  text size

Ieri mattina l’assemblea convocata unitariamente dalle organizzazioni sindacali Flc Cgil, Fir Cisl, Uil Rua e Anpri ha fatto il punto sulle ultime novità, dalla grave vicenda dell’accordo del CNR sulle progressioni articolo 54 (accordo bloccato da un assurdo parere della Funzione Pubblica) all’annuncio del presidente del Consiglio Renzi di martedì, quando ha promesso un “polo della ricerca” a Milano in una parte dell’area già occupata dall’Expo, finanziato con 150 milioni di euro l’anno per 10 anni, e affidato all’IIT di Genova.

Mentre accadono fatti che non lasciano ben sperare, e diventa sempre più importante la manifestazione unitaria della ricerca sotto al ministero della pubblica amministrazione il prossimo 24 novembre, l’amministrazione ha inviato nella serata di ieri, mercoledì 11 novembre, una convocazione per il prossimo mercoledì 18 con un “bislacco” ordine del giorno (criteri dell’articolo 53 e “apertura confronto sulle ulteriori e diverse problematiche evidenziate dalle OO.SS. nell’ambito del proclamato stato di agitazione del personale”). Le organizzazioni sindacali hanno quindi immediatamente risposto sia singolarmente che unitariamente, chiedendo di anticipare la riunione.

L’assemblea, data la numerosità, si è spostata in aula magna dove è continuato il dibattito. Non essendo arrivata nessuna nuova convocazione, il personale si è quindi spostato davanti alla presidenza.

Il presidente Alleva, chiuso a chiave nella sua stanza, ha rifiutato di incontrare i lavoratori che sono quindi rimasti in presidio. Sono poi intervenuti il direttore del personale Weber e il direttore generale Antonucci, promettendo una nuova convocazione per domani, venerdì, e – alla richiesta di cambiare l’ordine del giorno -hanno assicurato che si sarebbe parlato degli argomenti ritenuti importanti, avendo voluto includere nel secondo punto le tante questioni sollevate dalle organizzazioni sindacali. Alla richiesta sul perché i criteri dell’articolo 53 fossero al primo punto, è stato detto che si sarebbe parlato delle risorse disponibili e che per l’articolo 54 l’amministrazione sta lavorando a una delibera per costituire il fondo fuori dal salario accessorio, come annunciato lo scorso 5 novembre dal presidente.

Abbiamo chiesto di accompagnare la convocazione con una documentazione scritta.

Nel primo pomeriggio è quindi arrivata la nuova convocazione, con allegati due documenti: le bozze dei fondi del salario accessorio e dei benefici assistenziali del 2014, inviate negli scorsi giorni ai revisori dei conti insieme agli accordi firmati sugli anni 2011-2013. Nella convocazione, che mantiene l’ordine del giorno iniziale, si annunciava inoltre l’invio di ulteriore documentazione in giornata. A quel punto l’assemblea si è sciolta e riconvocata per oggi venerdì 13 novembre dalle ore 14.00 alle 19.00 in aula del seminario (139) a via Balbo. L’incontro inizierà alle 14.15 e dopo la riunione faremo il punto in assemblea. E’ previsto il collegamento in videoconferenza con le sedi regionali. Nella serata di ieri sono arrivati effettivamente ulteriori documenti alle organizzazioni sindacali, ovvero una bozza del fondo 2015 e un'ipotesi di distribuzione dello stesso, con una tabella sui costi dell'articolo 53.

FLC CGIL - FIR CISL - UIL RUA - ANPRI

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter