FLC CGIL
YouTube
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3964907
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: salario e accessorio e articolo 53, incontro dell'8 aprile

ISTAT: salario e accessorio e articolo 53, incontro dell'8 aprile

Passi avanti sulla contrattazione fino al 2021

12/04/2022
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

SALARIO ACCESSORIO 2022 E ARTICOLO 53

INCONTRO DELL’8 APRILE

Venerdì 8 aprile si è svolto un nuovo incontro sul salario accessorio 2022. Si è finalmente parlato anche delle progressioni art. 53 che si dovrebbero svolgere quest'anno, il che ci porta a sottoscrivere gli accordi definitivi sul 2017, 2018, 2019 e 2020 e l'ipotesi di accordo sul 2021, che dovrebbero quindi sbloccare l'erogazione degli arretrati per i residui di produttività individuale 2017, 2018 e 2019 ma soprattutto la produttività 2020 e gli incrementi della indennità di ente mensile e i relativi arretrati. Abbiamo chiesto di concentrare nel mese di maggio i pagamenti di quanto spettante al personale. 

La quota per gli straordinari è diminuita rispetto alla precedente proposta dell'amministrazione, fermandosi a 420mila euro. A nostro parere si potrebbe portare tranquillamente a 400mila.

Nel 2022 verrebbero introdotte 2 nuove indennità di posizione e responsabilità, sulle quali abbiamo perplessità, non essendo chiari i criteri di attribuzione e anche sulla fonte di finanziamento: per l’indennità di responsabilità il CCNL prevede il finanziamento attraverso il conto terzi.

La quota destinata alle indennità quindi crescerebbe: abbiamo chiesto di incrementare le quote previste per la reperibilità ( attualmente ferme a 12 euro).

È stata introdotta una frase per regolamentare il pagamento dell'indennità di turno anche da remoto. Riteniamo che dopo gli ultimi comunicati sul lavoro con timbratore virtuale l'Istat potrebbe procedere comunque, a prescindere dell'attesa necessaria per la certificazione dell'accordo. Sui tempi di certificazione l'amministrazione ha assicurato un cambio di passo, grazie anche all'arrivo tra i revisori del capo dipartimento di Funzione Pubblica.

Come richiesto dalle organizzazioni sindacali e concordato lo scorso dicembre, nel 2022 viene previsto un nuovo incremento del 2% dell'indennità di ente mensile per tutti i lavoratori dei livelli IV-VIII. 

Per quanto riguarda la produttività individuale viene per la prima volta proposto un meccanismo di valutazione dell'apporto di ciascun dipendente agli obiettivi dell'iniziativa. È vero che per la prima volta si parla di un contratto integrativo per l’anno in corso, ma riteniamo che l'importo dedicato a questa ‘sperimentazione’ debba essere non superiore a quello del 2021, e ci riserviamo ulteriori osservazioni sul meccanismo previsto, in raccordo con quanto avviene negli altri enti di ricerca e confrontandoci con le altre organizzazioni sindacali.

Per quanto riguarda l'ipotesi di accordo stralcio sul’'articolo 53, abbiamo chiesto di inserire come data di riferimento il 1° gennaio 2022 e non il 31 dicembre 2021, per eliminare ambiguità: devono poter partecipare i colleghi che hanno passato il gradone nel 2018.

Soprattutto, abbiamo chiesto garanzie scritte per i colleghi che hanno subito l'ingiustizia dell'annullamento dello scorrimento, prevedendo un punteggio maggiore per loro e una diversa data di inquadramento almeno a livello giuridico.

Infine abbiamo chiesto garanzie sulle date di attuazione di quanto previsto dal contratto, sia sui pagamenti, sia sull'avvio e la conclusione delle procedure art. 53.

L'amministrazione ha risposto positivamente a alcune sollecitazioni sindacali e nella prima parte della settimana manderemo ulteriori richieste, auspicabilmente unitarie.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Servizi e comunicazioni

Servizi agli iscritti della FLC CGIL
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter