FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3889861
Home » Enti » ISTAT » RSU » Intervista a Lorenzo Calamosca, candidato RSU alla sede ISTAT di Pescara

Intervista a Lorenzo Calamosca, candidato RSU alla sede ISTAT di Pescara

All'Istat dal 1994, attualmente inquadrato come Cter di V livello, è candidato per la FLC CGIL a Pescara insieme a Carmen Serra

22/02/2012
Decrease text size Increase  text size

Ciao Lorenzo, innanzitutto perché ti sei candidato a queste elezioni RSU?

pescara_03Sulla base dei fatti, non delle promesse (ovvero illusioni), al di là di simpatie/antipatie personali, mi sono candidato per dare forza ad uno strumento collettivo che è utile avere, in aggiunta agli impegni individuali di noi tutti militanti della FLC CGIL.


Quali sono le azioni più importanti portate avanti all’Istat dalla FLC CGIL secondo te?

Al di là delle prese di posizione dell'ultimo minuto a ridosso della scadenza elettorale RSU, non bisognerebbe dimenticare quello che abbiamo constatato in questi anni in varie occasioni: la CGIL ha cercato sempre l'unità con altre forze sindacali, ma si è ritrovata spesso da sola ad esercitare l'opposizione e l'elaborazione di proposte alternative, mentre da parte di altri sindacati c'è stata spesso accondiscendenza, silenzio, scarsa convinzione o mancanza di proposte alternative credibili ed efficaci su varie questioni. Tra le questioni principali secondo me vanno ricordate le controproposte per la valorizzazione e la tutela delle sedi regionali e del loro personale, l'opposizione alla filosofia e ai meccanismi perversi della "valutazione della performance" con le sue conseguenze sulle buste paga, la sacrosanta richiesta di diversa distribuzione dei fondi di bilancio da spostare  verso gli scorrimenti delle graduatorie di livello del personale (art. 54), l'opposizione al portierato generalizzato negli uffici regionali.

Quanto conta l’azione degli ultimi anni della CGIL confederale?

Nei confronti del governo nazionale passato e presente tutti hanno potuto accorgersi  dell'opposizione e dell'elaborazione di controproposte da parte della CGIL e di quello che invece hanno o non hanno fatto le altre forze sindacali.

Quello che è certo è che uno dei modi per sostenere le rivendicazioni che riguardano la vita di noi tutti è votare CGIL alle elezioni RSU, perchè questo rende più forte la CGIL in tutti gli ambiti con le varie controparti.

Ci sono stati anche degli errori?

I limiti del sindacato sono tanti, gli errori sono inevitabili, i rapporti di forza nel tempo sono cambiati anche perchè è cambiata l'organizzazione del lavoro nella società, il rifiuto alle proposte sindacali da parte dell'amministrazione ISTAT è cresciuto in sintonia con i tagli governativi e la stagione brunettiana, ispirata da un intento punitivo.

Avrei voluto come candidati alle elezioni RSU anche lavoratori a tempo determinato, ma questa richiesta della CGIL e della FLC ha avuto ostacoli provenienti anche dal fronte sindacale. Per tutti attraversare un percorso di precarietà ha significato negli ultimi anni avere la CGIL al proprio fianco a sostegno del vitale bisogno di stabilizzazione. Questa è stata sempre e rimane una delle principali vertenze della CGIL.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter