FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3837093
Home » Enti » ISTAT » Precariato » Pubblicato il bando per la stabilizzazione all’ISTAT. Finalmente ha inizio la stabilizzazione dei precari: interrompere da subito lo pratica dello stacco contrattuale

Pubblicato il bando per la stabilizzazione all’ISTAT. Finalmente ha inizio la stabilizzazione dei precari: interrompere da subito lo pratica dello stacco contrattuale

Deliberazione n. 733 del 25 giugno 2007, le domande devono essere presentate all’Archivio generale dell’Istituto entro il 16 luglio 2007

27/06/2007
Decrease text size Increase  text size

Dopo mesi d’attesa, inizia formalmente il percorso di stabilizzazione del personale precario all’ISTAT con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando per il personale da stabilizzare (ai sensi dei commi 519 e 520 della finanziaria).

Nel bando sono indicati i requisiti necessari per essere ammessi alla procedura di stabilizzazione, le modalità di presentazione delle domande e le sedi presso cui sarà effettuata l’assunzione. Sul sito web ISTAT saranno pubblicati successivamente i criteri adottati per la formazione delle graduatorie ed ogni altra eventuale integrazione o modificazione scaturita dagli sviluppi delle relazioni sindacali e dall’evoluzione normativa.

Stiamo ancora aspettando la pubblicazione della direttiva 7/2007 applicativa dei commi 519 e 520, per sancire con la fine degli stacchi contrattuali il reale diritto alla stabilizzazione per i precari. La direttiva dovrebbe uscire indenne dalle verifiche della corte dei Conti, anche se in grave ritardo, e da quel momento, senza più alibi, gli enti dovranno dare seguito a quanto previsto dalla legge finanziaria.

Ora, come garantito dalla Presidenza e dalla Direzione del personale, queste organizzazioni sindacali e tutto i lavoratori precari si aspettano che nel momento stesso in cui sarà ufficializzata l’uscita della Direttiva 7/07,

  1. Si dia immediato seguito alla proroga senza interruzione di contratto per tutti e sia data la possibilità ai colleghi in stacco contrattuale di rientrare in servizio.

  2. La discussione sui criteri di formazione delle graduatorie di stabilizzazione, che inizierà il 5 luglio, si concluda rapidamente.

Restano l’insufficienza dei fondi stanziati per la stabilizzazione (e le deroghe alle assunzioni) e soprattutto le forti incertezze di un processo che continua ad accumulare un gravissimo ritardo. Due sono i fronti su cui su cui i sindacati ritengono prioritario impegnarsi con forza e su cui si chiede ai lavoratori la massima partecipazione.

Il primo è il controllo puntuale dei modi e tempi con cui l’amministrazione ISTAT darà seguito ai provvedimenti in questione.

Il secondo è quello di mobilitarsi affinché il governo porti a compimento il percorso d’assorbimento di tutto il personale precario coerentemente con gli impegni presi, sul cui mantenimento i precari restano comunque scettici. In questa delicata fase di discussione sul Dpef, queste OO.SS invitano a partecipare alla manifestazione nazionale dei precari che si terrà a Roma il 3 Luglio 2007, per chiedere che siano stanziate le risorse ed adottati senza perdere altro tempo i provvedimenti realmente necessari per risolvere il problema della precarizzazione del lavoro negli enti di ricerca.

Roma, 27 giugno 2007

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter