FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3930769
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Salario accessorio ISTAT: fare presto e aumentare gli importi

Salario accessorio ISTAT: fare presto e aumentare gli importi

Comunicato unitario Flc Cgil, Fir Cisl, Uil Rua e Anpri

22/03/2016
Decrease text size Increase text size
Vai agli allegati

Le organizzazioni sindacali Flc Cgil, Fir Cisl, Uil Rua e Anpri hanno continuato in questi giorni a chiedere con insistenza all’amministrazione di dare seguito a quanto concordato negli ultimi tavoli di contrattazione.

Nel corso di un incontro  con il direttore generale,  chiesto e ottenuto dalle stesse organizzazioni sindacali, sono state riepilogate tutte le questioni che aspettano una risposta, tra cui la razionalizzazione delle sedi, il telelavoro, il piano di razionalizzazione della spesa, gli anticipi di fascia, le missioni e i benefici assistenziali.

E’ evidente che la priorità resta la necessità di chiudere in tempi rapidi un accordo sul salario accessorio e sulle progressioni.

In particolare le organizzazioni sindacali continuano a chiedere di concretizzare con un importo maggiore l’aumento del fondo del salario accessorio IV-VIII e I-III dell’anno 2015, in base agli articoli 4 comma 3 e 9 comma 3 del CCNL 2000-2001. La proroga del gruppo di lavoro che si occupa della parte tecnica non può e non deve essere un elemento per rinviare nuovamente una decisione che è innanzitutto in capo ai vertici dell’ente. Una prima quantificazione scritta è per le OOSS alla base di una possibile chiusura dell’accordo sul 2014 e di un analogo processo di contrattazione per i I-III, nonché del punto più importante: un accordo sul 2015-2016 che aumenti l’indennità di ente mensile per tutto il personale IV-VIII, consenta l’avvio delle progressioni economiche e di livello e l’incremento dell’indennità per oneri specifici per il personale I-III.

Le organizzazioni sindacali ritengono inoltre che l’ente debba investire da subito gli organi preposti, ovvero revisori e Consiglio, delle decisioni sul conto terzi, in modo da potere incrementare i fondi del 2015 anche con questi importi, già quantificati. A proposito del fondo ad hoc per le progressioni articolo 54 l’amministrazione, pur considerando l’importanza di valorizzare il fondo, ha prospettato tempi più lunghi, dipendenti da decisioni esterne all’ente.

Le organizzazioni sindacali hanno inoltre chiesto di anticipare il pagamento degli arretrati del salario accessorio 2011-2013 in base agli accordi firmati. Su questo punto c’è stato l’ impegno a erogare quanto dovuto a tutto il personale IV-VIII il 24 marzo, ovvero una settimana prima di quanto annunciato nei giorni precedenti.

Le organizzazioni sindacali hanno altresì chiesto un incontro in merito al bando di concorso riservato per i lavoratori a tempo determinato prima della sua formalizzazione, anche per avviare un confronto sugli atti che l’amministrazione intende predisporre nei confronti del governo per la stabilizzazione di tutti i precari dell’Istat.

Per quanto concerne infine l’assegnazione del Personale in coerenza con il piano di riorganizzazione, le organizzazioni sindacali hanno sottolineato come sia indispensabile garantire ai dipendenti la possibilità di effettuare una procedura di mobilità interna volontaria, al fine di armonizzare le esigenze personali con quelle lavorative.

Mercoledì 30 marzo è convocata un’assemblea del personale per fare il punto su tutte le principali vicende aperte e decidere insieme con quali strumenti costringere l’amministrazione a dare risposte.

Altre notizie da:
Ora e sempre esperienza!

Servizi e comunicazioni

I nostri rappresentanti

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter