FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3938053
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Salario accessorio: assemblea all'ISTAT giovedì 9 marzo

Salario accessorio: assemblea all'ISTAT giovedì 9 marzo

Aggiornamenti dopo l'incontro del 3 e in vista del nuovo confronto di venerdì 10

07/03/2017
Decrease text size Increase text size
Vai agli allegati

Durante l'incontro di venerdì 3 marzo, l'amministrazione ha raccolto la volontà sindacale di andare avanti, nonostante le "perplessità" dei revisori, sul salario accessorio, chiudendo immediatamente un accordo sul 2015, 2016 e sull'articolo 53 per il 2017.

Sono state sottolineate alcune inesattezze nei documenti inviati dall'amministrazione e sulla costituzione del fondo 2016, così come è stato chiesto un aggiornamento sul conto terzi (che la delegazione non ha fornito), sul pagamento degli arretrati del 2014 (che la delegazione dell'amministrazione continua a "promettere" per il mese di marzo, pur non fornendo date precise), sugli incentivi alla mobilità (l'amministrazione sta ultimando i calcoli sulle persone coinvolte da trasferimenti).

Sui benefici assistenziali, la FLC CGIL ha inviato una specifica nota all'amministrazione.

Giovedì 9 marzo ci sarà un confronto in un'assemblea unitaria con i lavoratori, per aggiornamenti sulla contrattazione integrativa.

Venerdì 10 marzo alle ore 10 è stata calendarizzata una nuova riunione di contrattazione integrativa, con all'ordine del giorno "salario accessorio 2016 e 2017".

COMUNICATO UNITARIO AL PERSONALE

Il collegio dei revisori ha trasmesso il verbale dell’ultima seduta all’amministrazione pochi giorni fa. L’amministrazione non ne ha fornito copia alle organizzazioni sindacali, ma ci aspettiamo che venga inviato a breve. L’amministrazione ha confermato i rilievi dei revisori sull’ipotesi di accordo sul salario accessorio 2015 dei livelli IV-VIII, che riguardano l’importo destinato alla produttività collettiva e individuale, ovvero all’abbassamento della quota ad essa destinata dal 2014 al 2015. Ulteriore notizia grave è che le ipotesi di accordo sull’articolo 54 e sugli anticipi di fascia - pure se trasmesse al collegio - non sono state valutate. A ciò si aggiunge che l’amministrazione non ha ancora trasmesso agli organi vigilanti l’ipotesi di accordo sull’accessorio 2015 dei I-III, certificata dai revisori.

L’amministrazione ha affermato che la scelta strategica dell’Istituto prevede come obiettivo fondamentale l’espletamento delle procedure articolo 53 (progressioni economiche) e 54 (passaggi di livello) nel 2017.

Partendo dalla condivisione di questo obiettivo, le organizzazioni sindacali hanno quindi unitariamente proposto di arrivare, prima della prossima riunione dei revisori, che dovrebbe svolgersi a fine marzo, a un accordo complessivo per tutto il personale su 2015, 2016 e con uno stralcio sul 2017 per l’articolo 53. E’ stato inoltre chiesto di fare approvare al Consiglio alla prossima riunione un piano di fabbisogno per determinare, con le necessarie variazioni della dotazione organica, le ulteriori posizioni per l’articolo 54.

L’amministrazione ha dato la sua disponibilità a un percorso rapido che porti nelle prossime settimane all’accordo su 2015, 2016 e 2017 (per lo meno sui criteri dell’articolo 53), fissando una nuova riunione di trattativa per venerdì 10 marzo, in cui si discuterà di un’ipotesi di accordo sul 2016 e sui criteri dell’articolo 53. Nei prossimi giorni dovrebbe essere quindi definito il fondo relativo al 2016 per i livelli IV-VIII. E’ stato chiesto di andare avanti anche sui livelli I-III, sia per quanto riguarda le anticipazioni di fascia, che sul fondo relativo al 2016. Sulle modifiche alla dotazione organica, l’amministrazione vorrebbe trattare insieme tutti i temi contenuti nel piano di fabbisogno (stabilizzazione dei precari, assunzione dei vincitori, scorrimenti delle graduatorie, nuovi concorsi: questioni sulle quali c’è ovviamente l’interesse di tutte le organizzazioni sindacali affinché si diano risposte alle legittime aspettative di tutto il personale), rinviando di fatto anche il ragionamento sulla dotazione organica, quindi difficilmente in tempo per il prossimo Consiglio. E’ stato ribadito che il necessario ragionamento complessivo non può essere un motivo valido per rinviare all’infinito l’avvio del bando dell’articolo 54 e quindi è stato chiesto di prevedere eventualmente una modifica in due tempi dell’organico.

Le organizzazioni sindacali indicono per giovedì 9 marzo alle ore 10.00 in aula magna a via Balbo 16 un’assemblea unitaria di tutto il personale per aggiornamenti sullo stato della contrattazione integrativa.

Le organizzazioni sindacali hanno dato una sostanziale disponibilità alla sottoscrizione dell’ipotesi di accordo sulla distribuzione dei benefici assistenziali relativi al 2015.

Sono state fatte alcune proposte di modifica, in base ai dati sulle domande pervenute nel 2015 e al consuntivo sul 2014, per incrementare le poste relative ai contributi libri universitari e alle borse di studio, diminuendo leggermente l’importo destinato ai mezzi pubblici, già incrementato in modo consistente rispetto al 2014. L’amministrazione sottoporrà quindi un’ipotesi di accordo alla firma nei prossimi giorni.

FLC CGIL - FIR CISL - UIL RUA - ANPRI

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Ora e sempre esperienza!

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter