FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3921025
Home » Enti » ISTAT » Notizie » RSU ISTAT 2015: la FLC CGIL è il primo sindacato e avanza fino al 47,2%

RSU ISTAT 2015: la FLC CGIL è il primo sindacato e avanza fino al 47,2%

In attesa dei risultati ufficiali alcune anticipazioni sui risultati delle elezioni

08/03/2015
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La FLC CGIL si conferma il primo sindacato dell'Istat, con un incremento di voti sia in termini assoluti che in percentuale rispetto allo storico risultato del 2012. La FLC CGIL all'Istat ha ottenuto 675 voti contro i 598 del 2012 (+77). A Roma siamo arrivati a 544 voti, erano 489 nel 2012 (+55). 

In percentuale la FLC CGIL passa dal 41,1% al 47,2% a livello nazionale, dal 40,3% al 45,1% a Roma: un risultato importante e una condizione inedita in un luogo di lavoro complesso come l’Istat di cui sentiamo tutto l’orgoglio e insieme tutta la responsabilità.

E' il miglior risultato della FLC CGIL all'Istat di sempre, che supera la straordinaria affermazione del 2012.

Sono stati eletti nelle liste della FLC CGIL 41 RSU su 69, fra cui 7 dipendenti a tempo determinato. Nel 2012 erano risultati eletti 32 candidati della FLC CGIL.

I votanti totali sono stati 1.475, con 1.430 voti validi (erano 1.454 nel 2012). L'affluenza si è quindi fermata al 65,8%, registrando un calo notevole rispetto al 77% del 2012. Nonostante questo la FLC CGIL ha guadagnato voti anche in termini assoluti in quasi tutte le sedi. Ovunque si è raggiunto il quorum, tranne a Campobasso, dove non era presente una lista della FLC CGIL e si dovranno ripetere le votazioni.

A Roma la FLC CGIL passa dal 41% al 45,1%, conquistando 55 voti in più rispetto al 2012 e diventando il primo sindacato per numero di voti in tutti i 3 seggi della sede centrale (dove era secondo nel 2012), con il 48,5% complessivo. Rimane inoltre il primo sindacato a viale Liegi (43,2%) e a via Tuscolana (dove supera il 50%), mentre è secondo nella sede di viale Oceano Pacifico (37,2%). 

Ottimo il risultato nelle sedi territoriali, dove la FLC CGIL conquista 32 seggi RSU, contro i 26 del 2012.

Nel comunicato sono riportate le tabelle comparative dei voti con il 2012 e il 2007 per il totale Italia e per il collegio di Roma.

La FLC CGIL ha ampiamente superato i voti del 2012, aggiungendo quote di elettorato proveniente da altre sigle e una parte importante dei nuovi elettori (precari e neoassunti, 7 degli eletti sono a tempo determinato): voti conquistati con la presenza in tutte le vertenze aperte a fianco dei lavoratori, organizzando e sostenendo mobilitazioni e assumendosi la responsabilità della contrattazione in modo partecipato e innovativo.

Un ringraziamento va a chi ha contribuito a questo risultato: ai candidati che ci hanno messo la faccia, agli iscritti e ai simpatizzanti che hanno contribuito alla campagna elettorale, alle persone che hanno lavorato nelle commissioni elettorali e nei seggi, e soprattutto ai lavoratori che hanno scelto di votare la FLC CGIL e i suoi candidati.

Altri elementi significativi per un'analisi delle conseguenze politiche del voto sono l'aumento dell'astensionismo (oltre il 10% di votanti in meno rispetto al 2012) e lo spostamento di una parte consistente del voto “protestatario” sull'Usb che sostituisce così il ruolo storico dell’Usi, da qualche anno presente ma poco attiva all’Istat. Sull’Usb sembra essere infatti confluita una quota rilevante di voti ex Usi ed ex Uil (che passa dal 11,5% al 5,8%), una quota dei nuovi votanti e, in particolare nella sede di viale Oceano Pacifico, una parte di ex elettorato FLC CGIL. 

Ora proseguiamo con più forza insieme ai neoeletti RSU e a tutti i lavoratori con il lavoro sindacale giorno per giorno, per riconquistare la contrattazione integrativa, i diritti e la stabilizzazione!

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Elezioni RSU 2018: candidati con noi!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter