FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3917881
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Proroghe Istat: prime crepe del fronte contro i precari

Proroghe Istat: prime crepe del fronte contro i precari

Dopo il blocco della produzione e le assemblee in tutte le sedi, si sblocca la situazione: firmato l'accordo

26/11/2014
Decrease text size Increase  text size

Si è svolta lunedì 24 novembre una partecipatissima e determinata assemblea che ha accolto con rabbia le parole del presidente dell'Istat, Giorgio Alleva, che nei giorni precedenti aveva di fatto smentito la possibilità di chiudere l'accordo sindacale che avrebbe portato a proroghe pluriennali per tutti i 372 precari attualmente con contratto in scadenza al prossimo 31 dicembre. Gravissimo aver portato avanti una trattativa che ha taciuto a più riprese la rilevante discrasia di intenti tra cariche istituzionali e nella dirigenza interna ed esterna che quegli intenti doveva trasformare in obiettivi raggiunti.

L'assemblea ha chiesto alle organizzazioni sindacali di proclamare lo stato di agitazione per ottenere un contratto di proroga pluriennale nella prospettiva di una stabilizzazione di tutto il personale a tempo determinato. 

FLC CGIL, UIL RUA e ANPRI hanno quindi  proclamato lo stato di agitazione, con assemblea permanente del personale in tutte le sedi, dalle 7.45 alle 19,00 di tutti i giorni lavorativi a partire dal 25 novembre e fino al 9 dicembre 2014.

La rottura improvvisa della trattativa, non la prima, ha generato non solo rabbia e paura nel personale precario direttamente interessato che ha deciso di reagire con grande determinazione, ma anche  la significativa solidarietà nel resto del personale.

Il personale dell'Istat ha iniziato così a riappropriarsi della propria funzione decidendo di bloccare la produzione dell'Istituto. Da ieri la contabilità nazionale è occupata, in tutte le sedi si sono svolte assemblee generali o di servizio allo scopo di informare e organizzare il rallentamento e blocco della produzione. Da oggi molti sono i colleghi nelle varie sedi che sono entrati in assemblea a questo scopo, a viale oceano pacifico l'aula 355 è occupata.  Varie lettere di solidarietà con la mobilitazione sono state rese pubbliche. Dirigenti vari e lavoratori esplicitano così il loro sostegno. L'Istat ha già annunciato l'interruzione per i prossimi giorni delle conferenze stampa di presentazione dei dati in programma.

| Il Corsaro | Wall Street Italia | Il Manifesto | Il Sole 24 Ore | RomaReport |

Questo lo stato attuale della vertenza.

Alla fine della scorsa settimana, dopo le dichiarazioni del presidente Alleva, era divenuto chiaro che dal Ministero della Funzione Pubblica era piombato un cambio di posizione che aveva posto un veto all'accordo.

La FLC CGIL ha a quel punto sollecitato un chiarimento da parte del Ministero, che su Istat, precariato, questione specifica delle proroghe dei contratti a termine aveva, nelle parole delle proprie dichiarazioni, mostrato un orientamento molto diverso da quello espresso mettendo un veto alla possibilità di proroga ai sensi dell'accordo sindacale in questione.

Da questo punto in poi si è generata una dialettica all'interno del Ministero tra uffici tecnici e politici, stante il fatto che dall'era Brunetta in poi, nella più vischiosa commistione di interpretazioni tecniche e decisione politica si sono gestiti alcuni dei peggiori provvedimenti contro i lavoratori pubblici, specialmente negli Enti di Ricerca. L'Accordo Istat evidentemente è stato considerato pericolosamente avanzato e in grado di creare un precedente per tutti gli altri. Da qui il tentativo di blocco, sfruttando anche le rilevanti fragilità di gestione interne all'Istituto.

L'esito di questo è che dal Ministero è stato ritirato il veto sull'Istat a procedere e ora la responsabilità della decisione è di nuovo interamente e senza alibi nelle mani dell'Istat.

Quello che ci aspettiamo nelle prossime ore è evidente, tutti potranno testare le reale volontà e determinazione dell'Istat  ma nel frattempo è assolutamente necessario che la mobilitazione prosegua.

Aggiornamento delle ore 15

E' arrivata alle organizzazioni sindacali una convocazione per il prossimo 2 dicembre sull'accordo per le proroghe dei precari Istat. Alla riunione interverrà il presidente.

A questa convocazione abbiamo risposto con una nota, in cui chiediamo che sia inviata una bozza dell'accordo per potere valutare la proposta d'incontro.

La FLC CGIL ha anche inviato una nota a presidente e direttore generale sulla gestione della mobilitazione in corso da parte dell'amministrazione, dopo gli spiacevoli episodi intimidatori di questa mattina a viale Oceano Pacifico.

Aggiornamento delle ore 23

Nella serata è arrivata alle organizzazioni sindacali una nuova bozza di accordo, che ad una prima lettura sembra positiva, cioè in linea con quanto richiesto. 

Nella giornata di giovedì ulteriori commenti di merito. L'appuntamento è nella sede centrale di via Balbo.

Aggiornamento del 27 novembre

Dopo una lunga giornata, è stato firmato l'accordo: proroghe al 2017, con possibile estensione al 2020. Ecco il testo dell'accordo firmato.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter