FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3937975
Home » Enti » ISTAT » Notizie » #LottoMarzo all'ISTAT: sciopero e proposte all'amministrazione

#LottoMarzo all'ISTAT: sciopero e proposte all’amministrazione

In occasione della giornata mondiale contro la violenza, rilanciamo alcune richieste

05/03/2017
Decrease text size Increase text size

L’8 marzo di quest’anno è una data particolarmente importante, perché a livello mondiale viene raccolta la sfida lanciata dalle donne argentine per uno sciopero globale contro la violenza maschile sulle donne.

La FLC CGIL ha aderito alla mobilitazione e allo sciopero proposto per la giornata dell’8 marzo dai comitati italiani “Non una di meno”, proclamando lo sciopero per l’intera giornata nei settori della conoscenza.

Invitiamo quindi tutte le lavoratrici e i lavoratori a scioperare per l’intera giornata di mercoledì 8 marzo e a partecipare alle iniziative che si svolgeranno in tutto il Paese.

Il comunicato del direttivo nazionale della FLC CGIL

La pagina Facebook “Non una di meno”

La mappa con tutte le iniziative

A Roma l’appuntamento per le lavoratrici e i lavoratori della ricerca è alle 11 all’università “La Sapienza” per un’assemblea che si terrà al Piazzale della Minerva. Invitiamo quindi le lavoratrici e i lavoratori dell’Istat, raccogliendo l’appello firmato anche da un gruppo di lavoratrici dell’ente, a partecipare a questo appuntamento.

Il pomeriggio alle 17 partirà il corteo dal Colosseo.

Tutti gli appuntamenti a Roma

Il video della FLC CGIL Roma e Lazio per l’8 marzo

Nel nostro Paese, alla generale mobilitazione contro la violenza maschile sulle donne si affianca la rivendicazione di un’effettiva parità di genere e di un sistema di “welfare per tutte e tutti” che inverta finalmente la rotta fin qui seguita, costellata di tagli continui ai servizi fondamentali. 

La FLC CGIL ha da tempo avanzato all’ISTAT alcune proposte che potrebbero migliorare la vita delle colleghe e dei colleghi con responsabilità familiari, sulle quali sollecitiamo l’amministrazione a una risposta concreta e tempestiva.

Sono tre le richieste che, con l’occasione, rilanciamo all’Amministrazione.

La fruizione dei congedi parentali ad ore, da noi richiesta sin dal luglio 2013. L'amministrazione dell'Istat ha consentito – solo dopo l’approvazione della legge che lo ha esplicitamente reso possibile - l'uso del congedo a mezza giornata a marzo 2016, pur con alcune interpretazioni limitative da noi subito contestate. Chiediamo nuovamente che la discussione venga aperta, come già accaduto in altri enti di ricerca, per consentire la fruizione oraria dei congedi, in modo da offrire ai dipendenti uno strumento prezioso di flessibilità oraria che faciliterebbe la vita di chi ha responsabilità di cura.

L’ultima nota della FLC CGIL ISTAT sui congedi parentali

La creazione di una banca delle ore tra dipendenti in cui chi ha accumulato ore di lavoro in eccesso possa decidere volontariamente di cedere parte delle ore a dipendenti che si trovano in gravi difficoltà familiari, con una precisa casistica da definire. Si tratta delle cosiddette “ferie solidali”, una forma di solidarietà tra colleghi richiesta da più parti e consentita dalla legge, che sarebbe un piccolo segnale concreto di un’amministrazione che voglia davvero curare il benessere dei propri dipendenti. Anche in questo caso ci sono già enti di ricerca che consentono la fruizione di questo istituto.

La richiesta della FLC CGIL ISTAT sulle ferie solidali

L’inserimento nel nuovo regolamento sui benefici assistenziali del rimborso della mensa scolastica anche per la scuola primaria. Il tempo pieno alla scuola primaria è uno strumento indispensabile per agevolare la partecipazione lavorativa di chi ha figli piccoli, e ad oggi i colleghi che usufruiscono di questo servizio non possono richiedere nessun beneficio assistenziale. Inoltre, per ribadire la centralità della scuola pubblica, abbiamo chiesto di limitare i rimborsi per la scuola primaria e secondaria solo a chi frequenta le scuole pubbliche (per la scuola pre-primaria la carenza dell’offerta rende invece spesso necessario il ricorso al servizio privato).

Le proposte dell FLC CGIL ISTAT sui benefici assistenziali

Sarebbe infine necessario riaprire la contrattazione sull’orario di lavoro, ferma all’accordo e al regolamento del 2008, anche in relazione con le novità legislative su telelavoro e smart work. La FLC CGIL propone da sempre una modifica secondo noi necessaria e utile: l’eliminazione, per tutte le lavoratrici e i lavoratori, senza distinzione di profilo e livello, della fascia di presenza obbligatoria: misura che aiuterebbe colleghe e colleghi nella gestione della vita quotidiana.

Le richieste della FLC CGIL ISTAT sulla riorganizzazione

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Ora e sempre esperienza!

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter