FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3908573
Home » Enti » ISTAT » Notizie » L'etica della Funzione Pubblica: il capodipartimento all'ISTAT

L'etica della Funzione Pubblica: il capodipartimento all'ISTAT

Volantinaggio della FLC CGIL contro le ingerenze sui diritti dei lavoratori da parte del Ministero

15/01/2014
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La presenza annunciata all’Istat di Antonio Naddeo, capo dipartimento della Funzione Pubblica nonché Revisore dei Conti del nostro Ente, alla presentazione del Codice etico è stata l’occasione questa mattina, mercoledì 15 gennaio 2014, per distribuire un volantino che richiama all'"etica" i comportamenti dei più alti vertici della pubblica amministrazione.

Il dipartimento della Funzione Pubblica insiste, infatti, nell'arrogarsi il diritto di bloccare qualsiasi miglioramento della situazione lavorativa dei dipendenti pubblici. Nel comunicato diffuso abbiamo ricordato, a titolo di esempio, la vicenda incredibile della fruizione dei congedi parentali a ore, consentiti dal Ministero del lavoro attraverso la contrattazione di secondo livello, negati invece da una nota, a firma proprio del dottor Naddeo, per i dipendenti pubblici.

Un comportamento etico da parte del Ministero della Funzione Pubblica e dei suoi dirigenti dovrebbe concretizzarsi nella fine del blocco sistematico di qualsiasi accordo sindacale sul salario accessorio a partire dal 2011, nel comparto e anche all’Istat, così come sarebbe etico porre fine al boicottaggio sistematico dell’applicazione dell’articolo 5 del Contratto Nazionale per la trasformazione dei contratti da tempo determinato a indeterminato.

In mattinata è arrivata quindi la notizia dell'assenza di Naddeo al seminario organizzato dall'Istat.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Servizi e comunicazioni

Servizi agli iscritti della FLC CGIL
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter