FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3863529
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT, la vicenda della rete FOL al capolinea. L'appalto ad una ditta esterna

ISTAT, la vicenda della rete FOL al capolinea. L'appalto ad una ditta esterna

La grave decisione dell'ISTAT mette a rischio 317 posti di lavoro e la credibilità delle statistiche sull'occupazione. Indetto per il 21 luglio alle ore 10,00 un presidio nazionale a Palazzo Vidoni.

20/07/2009
Decrease text size Increase  text size

Dopo 7 anni di contratti di collaborazione rinnovati in deroga alla legge con la costante incertezza della possibilità del rinnovo, dopo sette anni di richieste di trattative e di proposte del sindacato e dei lavoratori, dopo sette anni di scioperi e mobilitazioni, dopo decine di Consigli d'Istituto per valutare le ipotesi alternative alla creazione della società a capitale ISTAT, così fortemente voluta dall'amministrazione e che si è rivelata totalmente irrealizzabile, la vicenda Rete FOL arriva al peggiore degli epiloghi.

È stata riaperta la gara d'appalto e la rilevazione FOL verrà esternalizzata ad una ditta privata.

Mentre anche il Consiglio comprende "ufficialmente" che l'unica via percorribile sarebbe stata l'internalizzazione, si compie la scelta peggiore, la più costosa, quella che rende vani i sette anni (e i 27 milioni di euro) in cui l'investimento su una rete autonoma ha superato per efficacia ed efficienza il ricorso ai rilevatori comunali. Siamo di fronte alla scelta in assoluto più drammatica anche e soprattutto per i rilevatori che con dedizione e professionalità hanno operato in questi sette anni.

Si apre la strada a quel progetto di "riduzione" dell'ISTAT che i ripetuti attacchi di esponenti del Governo fanno presagire.

Si decide di procedere nella direzione che porta a depotenziare la struttura e a svilire l'operato dell'ISTAT, proprio nel momento in cui è evidente l'attacco politico verso la credibilità delle statistiche pubbliche.

In attesa dello sciopero contro la chiusura dell'esperienza della rete, i lavoratori dell'ISTAT insieme alla FLC Cgil chiedono con forza che il Ministero della Funzione Pubblica, che continua a dichiararsi assolutamente contrario alla scelta dell'esternalizzazione, prenda fattivamente posizione, assumendosi la propria parte di responsabilità per gli errori commessi, mettendo l'Istituto nella condizione materiale di chiudere definitivamente con la strada dell'esternalizzazione. Tanto più se sussistono anche dubbi formali sulla legittimità del ricorso all'appalto senza l'indizione di un bando europeo.

Per richiedere una proroga dei contratti che termini con la definitiva internalizzazione della rete è indetto per il giorno 21 luglio alle ore 10,00 un presidio nazionale a Roma - Palazzo Vidoni - di tutti i rilevatori e tutto il personale ISTAT.

Roma, 20 luglio 2009

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter