FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3931873
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: incarichi caso per caso

ISTAT: incarichi caso per caso

La FLC CGIL invita l’amministrazione ad avere comportamenti chiari e univoci

11/05/2016
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Dopo la grande operazione di nomine di marzo/aprile sono rimaste scoperte 6 posizioni dirigenziali.

  1. Dipartimento DIRM: “non avendo individuato il profilo di competenza ed esperienza pienamente adeguato per assumere l’incarico” è stato pubblicato un nuovo avviso il 1° aprile, con scadenza il 30. Nel frattempo il dipartimento è stato affidato ad interim al direttore generale, Antonucci, fino al 14 maggio, ovvero sabato prossimo.
  2. Servizi AGO e CRS rispettivamente sotto la direzione generale e sotto quella delle risorse umane: mancando altri dirigenti di seconda fascia, invece di sopprimere posizioni dirigenziali come chiesto dalla FLC CGIL, si è pensato bene di creare 8 servizi amministrativi come prima. L’amministrazione ad oggi non ha provveduto a nessuna call e neanche ad assegnare a interim i due servizi, che evidentemente si autogestiscono. Dalla comunicazione del presidente in audizione alla camera si apprende che “per i 2 rimanenti servizi non assegnati, l’Istituto procederà con la pubblicazione di apposita call”. Quando, non è dato sapere.
  3. Servizio per il coordinamento dei servizi trasversali per la produzione RMS: è un servizio importante, a staff del DIRM. La call, è stato scritto, partirà quando ci sarà il capo dipartimento del DIRM, quindi forse la prossima settimana? Anche in questo caso, il personale assegnato al servizio è ad oggi direttamente alle dipendenze di Antonucci come capo dipartimento a interim.
  4. Ufficio territoriale del Nord Est RMB: nella prima call non si è presentato nessuno. La seconda scadrà il prossimo 31 maggio.
  5. Servizio MEC della direzione metodologica: “non essendo stato individuato il profilo di competenza ed esperienza pienamente adeguato per assumere l’incarico”, come si leggeva nel documento del 14 aprile, doveva essere pubblicato “un nuovo avviso”. Solo che in questo caso non è (ancora) partita nessuna procedura. Non riteniamo possibile che l'Istituto voglia attendere l'esito del concorso di II livello da tecnologo bandito nel 2011. Se così fosse, vorrebbe dire infatti che i risultati di un concorso pubblico siano in qualche modo prevedibili e che possano portare una "competenza ed esperienza" ad oggi non presente. Non essendo ovviamente così, ci aspettiamo che parta immediatamente la nuova call.

La FLC CGIL chiede quindi che siano messi a call immediatamente tutti i servizi scoperti e che si proceda con la massima trasparenza e con un comportamento chiaro e univoco. L’amministrazione sta usando comportamenti diversi a seconda dell’incarico, contribuendo a alimentare il clima di malcontento diffuso che attraversa il personale nell'incertezza legata a nuove assegnazioni lavorative e di sede.

In questo file abbiamo ricostruito l'organigramma ad oggi, 11 maggio 2016, con tutti i dirigenti nominati fin qui.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Elezioni RSU 2018: candidati con noi!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter