FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3908177
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: Letta nomina Pier Carlo Padoan a presidente, ma Renzi lo sceglie come ministro del suo governo

ISTAT: Letta nomina Pier Carlo Padoan a presidente, ma Renzi lo sceglie come ministro del suo governo

Il 21 febbraio si chiude la vicenda, iniziata con il consiglio dei ministri del 27 dicembre 2013

12/02/2014
Decrease text size Increase  text size

Il governo Renzi ha scelto come ministro dell'economia Pier Carlo Padoan, che era stato designato dal precedente governo come presidente dell'Istat. Ora la poltrona rimane vacante, ma ripercorriamo tutta la vicenda.

27 dicembre 2013

Dopo le numerose voci mai smentite, anzi confermate l'ultima volta dal ministro Gianpiero D'Alia con una lettera a “Repubblica” che rispondeva anche alle denunce della FLC CGIL, il governo Letta ha oggi, 27 dicembre 2013, ufficializzato l'avvio della procedura di nomina alla presidenza dell'Istat di Pier Carlo Padoan.

Pier Carlo Padoan è oggi capo economista e vicedirettore dell'OCSE, organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico da cui proviene anche l'ex presidente dell'Istat Enrico Giovannini, ora ministro del lavoro nel governo Letta.

Padoan è stato professore di Economia alla “Sapienza” di Roma e direttore della Fondazione dalemiana Italianieuropei. Dal 1998 al 2001 è stato consulente economico per i presidenti del consiglio Massimo D'Alema e Giuliano Amato. Dal 2001 al 2005 è stato Direttore esecutivo per l'Italia del Fondo monetario internazionale con responsabilità su Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Est. Ha ricoperto inoltre incarichi di consulenza per la Banca mondiale, la Commissione Europea e la Banca centrale europea.

E' evidente che questo avvio della procedura prevista per legge avviene con un ritardo fortissimo e dopo scontri interni alla compagine di governo, certificati anche da un emendamento ad hoc al DL 101/2013 (“Decreto D'Alia”), che ha inserito l'”esperienza internazionale” tra i requisiti professionali del presidente dell'Istat. Rimane da capire se oggi questa scelta del Consiglio dei ministri sia dovuta a una “soluzione” dei conflitti e a un lavorio diplomatico con le forze parlamentari, oppure se è semplicemente l'inizio della procedura prescritta dalla legge. In quest'ultimo caso non si comprende il motivo di un'attesa lunga 8 mesi.

Va infatti ricordato che, per legge, il nome del presidente uscito dal consiglio dei ministri dovrà ottenere il parere positivo dei “due terzi delle commissioni competenti” in Parlamento, il che significa che dovrà avere un assenso molto più ampio della maggioranza che oggi sostiene il governo Letta.

Aggiornamento del 14 gennaio 2014

La commissione affari costituzionali del Senato ha all'ordine del giorno per mercoledì 15 - giovedì 16 gennaio 2014:

Esame, ai sensi dell'articolo 139-bis del Regolamento, dell'atto:
Proposta di nomina del Presidente dell'Istituto nazionale di statistica (Istat). - Relatrice alla Commissione Anna FINOCCHIARO.
(Parere al Ministro per i rapporti con il Parlamento e il coordinamento dell'attività di Governo)

Aggiornamento del 15 gennaio 2014

La commissione affari costituzionali del Senato ha dato parere positivo alla nomina di Padoan a presidente dell'Istat, ma con una maggioranza inferiore a quella necessaria per legge. Servivano 18 voti su 27, ovvero i due terzi dei componenti. Hanno votato a favore in 17, mentre ci sono stati 5 voti contrari e 1 astenuto.

Esame. Parere favorevole, con maggioranza inferiore ai due terzi dei componenti

Aggiornamento del 16 gennaio 2014

Dopo una serie di dichiarazioni confuse (sul sito del senato nel resoconto iniziale era riportato il parere favorevole della commissione, senza tenere conto della maggioranza qualificata prescritta dalla legge), il governo ha confermato nel pomeriggio l'indicazione del governo per Padoan, quindi il processo ricomincia ora da capo.

Aggiornamento del 21 gennaio 2014

Il parere della commissione affari costituzionali del Senato è stato nuovamente calendarizzato per martedì 21 - mercoledì 22 - giovedì 23 gennaio 2014. La discussione e il voto dovrebbero avvenire nel pomeriggio di mercoledì 22 gennaio.

IN SEDE CONSULTIVA SU ATTI DEL GOVERNO

Esame, ai sensi dell'articolo 139-bis del Regolamento, dell'atto:
Proposta di nomina del Presidente dell'Istituto nazionale di statistica (Istat). - Relatrice alla Commissione FINOCCHIARO.
(Parere al Ministro per i rapporti con il Parlamento e il coordinamento dell'attività di Governo)

(n. 23-bis)

Aggiornamento del 22 gennaio 2014

La commissione affari costituzionali ha espresso parere favorevole alla nomina di Padoan, con 20 voti a favore, 2 contrari e una scheda bianca: due in più della maggioranza prescritta dei due terzi dei componenti della commissione.

commissione senato 22 gennaio 2014-2

A questo punto, il parere dovrà essere calendarizzato anche alla commissione competente della Camera. Anche in quel caso dovrà avere una maggioranza qualificata dei due terzi dei componenti.

Aggiornamento del 28 gennaio 2014

Questo pomeriggio è in programma la discussione e votazione del parere sulla nomina di Padoan in commissione affari costituzionali alla Camera dei deputati.

ATTI DEL GOVERNO
Proposta di nomina del professor Pietro Carlo Padoan a presidente dell'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) (esame nomina n. 23-bis – Rel. Richetti)

Aggiornamento del 29 gennaio 2014

L'esame da parte della Commissione Affari Costituzionali della Camera del parere sulla nomina di Padoan è stato rinviato probabilmente alla prossima settimana, dopo la fine della discussione sulla riforma elettorale.

Aggiornamento del 3 febbraio 2014

La discussione e votazione del parere sulla nomina di Padoan in commissione affari costituzionali è stata nuovamente posta all'ordine del giorno, per martedì 4 febbraio 2014. In serata la convocazione è poi slittata a mercoledì 5 febbraio 2014.

Aggiornamento del 5 febbraio 2014

Il voto sul parere della commissione Affari Costituzionali della Camera su Padoan è stato rinviato, dopo la richiesta da parte di Emanuele Cozzolino (Movimento 5 Stelle) di un'audizione in commissione. Il presidente della Commissione Francesco Paolo Sisto (Forza Italia) ha infatti assicurato che sottoporrà la richiesta di audizione all'Ufficio di Presidenza, integrato dai rappresentanti dei gruppi della Commissione.

Aggiornamento del 7 febbraio 2014

Probabilmente l'audizione in commissione di Padoan si terrà il prossimo mercoledì, 12 febbraio.

Aggiornamento dell'8 febbraio 2014

Come anticipato ieri, l'audizione in commissione affari costituzionali alla Camera di Padoan è stata calendarizzata per il 12 febbraio alle ore 14.

Aggiornamento del 12 febbraio 2014

L'audizione di Padoan è trasmessa in diretta sul canale tv web della Camera. E' possibile rivederla sul sito della camera.

La commissione ha quindi calendarizzato il voto sul parere di nomina per venerdì 14 febbraio alle ore 14.

Aggiornamento del 14 febbraio 2014

La commissione affari costituzionali ha votato a favore della nomina di Padoan a presidente dell'Istat, con 34 voti a favore e 2 contrari. La maggioranza richiesta era di 32 voti.

Nel frattempo, il nome di Padoan continua a comparire nel "totoministri" del nuovo governo Renzi secondo varie testate giornalistiche.

Aggiornamento del 18 febbraio 2014

Padoan è, secondo alcuni quotidiani, tra i più probabili candidati a diventare ministro dell'economia del nuovo governo. Del resto il suo nome, quando a metà gennaio prendeva corpo la possibilità di un rimpasto, era già indicato come sostituto di Saccomanni.

Aggiornamento del 21 febbraio 2014

Pier Carlo Padoan, senza che si sia chiuso l'iter di nomina come presidente dell'Istat, viene scelto come ministro dell'economia del nuovo governo presieduto da Matteo Renzi. A questo punto l'iter di nomina del nuovo presidente dell'Istat ricomincia da capo, anche se già spuntano le prime (fondate?) ipotesi.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter