FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3941441
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: finalmente uscito il bando per l'articolo 54

ISTAT: finalmente uscito il bando per l'articolo 54

Passaggi di livello nel 2017, continuiamo a chiedere le risorse delle cessazioni del 2016

14/07/2017
Decrease text size Increase  text size

Dopo la firma definitiva dell'accordo lo scorso 7 luglio, finalmente l'Istat ha pubblicato il bando per i passaggi di livello (articolo 54) dei livelli IV-VIII, per 240 posti.

Si tratta di un importante risultato e siamo a disposizione per dubbi e domande. Allo stesso tempo la FLC CGIL continua a ritenere fondamentale che le risorse derivanti dalle cessazioni del 2016 si aggiungano a quelle stanziate nel bando, soprattutto per incrementare i posti dei passaggi ai livelli più bassi.

Di seguito il comunicato unitario.

Finalmente partono le progressioni di livello all’Istat. Uscito il bando dell’articolo 54

Il 20 luglio è necessario trovare un accordo anche sull’articolo 53 per centrare l’obiettivo del 2017

É finalmente uscito oggi sulla Intranet il bando per le progressioni di livello (articolo 54) dei lavoratori di livello IV-VIII.

Possono partecipare i colleghi in ruolo (a tempo indeterminato) al 1° gennaio 2017, che a quella data avevano maturato 4 anni di anzianità per i profili tecnici (Collaboratore tecnico e Operatore tecnico) o 3 anni di anzianità per i profili amministrativi (Funzionario di amministrazione, Collaboratore di amministrazione e Operatore di amministrazione).

É considerata anche l’anzianità maturata precedentemente con contratti a tempo determinato presso l’Istat.

Il numero di posti messo a bando è stato riequilibrato in seguito alle note sindacali, riportandolo a quanto concordato nell’ipotesi di accordo firmata prima a gennaio e poi ad aprile.

Le risorse utilizzate sono la totalità di quelle fungibili per il 2016.

Nel bando è presente una frase molto generica relativa al possibile recupero delle risorse, circa 34 mila euro derivanti dai pensionamenti intervenuti nel 2016, per le quali i Revisori avevano negato l’utilizzo e che avevamo chiesto in trattativa e nella nota a verbale in calce all’accordo firmato la scorsa settimana di recuperare.

Continueremo a insistere su questo punto, in modo da potere utilizzare anche quei fondi, per aumentare il numero di posti, primariamente per i livelli più bassi dei profili amministrativi (Operatore di amministrazione e Collaboratore di amministrazione), nei quali sono presenti molti colleghi appartenenti alle categorie protette, e quindi sui passaggi da VI a V (Collaboratore tecnico e Collaboratore di amministrazione) e da V a IV (Cter).

In vista dell’incontro di trattativa del 20 luglio ci aspettiamo che sia costituito in queste ore il fondo accessorio 2017, pur provvisorio, in modo da potere firmare un accordo che consenta di dare avvio prima possibile anche alle procedure selettive per le progressioni economiche (art 53).

FLC CGIL - FIR CISL - ANPRI 

14 luglio 2017

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Ora e sempre esperienza!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter