FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3943635
Home » Enti » ISTAT » Notizie » ISTAT: arriva il referente di sede negli uffici territoriali?

ISTAT: arriva il referente di sede negli uffici territoriali?

La FLC CGIL invia le proprie osservazioni

31/10/2017
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La scorsa settimana, le organizzazioni sindacali hanno ricevuto una bozza di delibera relativa all’istituzione del referente gestionale di sede

Secondo la FLC CGIL, che ha inviato le proprie osservazioni, la bozza è troppo scarna e non chiarisce numerosi punti.

1) L’individuazione del referente di sede non dovrebbe essere demandata al solo Responsabile dell’Ufficio Territoriale, prevedendo la presenza di una commissione, eventualmente con componenti anche diversi dai dirigenti degli uffici territoriali

2) Andrebbero delineati eventuali requisiti richiesti e ulteriori criteri della selezione, anche per garantire i necessari principi di pari opportunità di accesso agli incarichi e di rotazione degli stessi.

3) Deve essere chiaro che il referente deve lavorare nella sede dove opererà come tale.

4) Per il Referente gestionale di sede dovrebbe essere prevista una forma di remunerazione specifica, come peraltro di altre posizioni organizzative attualmente attribuite senza alcun meccanismo di call o selezione, come i project manager o i responsabili di iniziativa, in base all’art. 22 del DPR 171/91 o con altri fondi, ulteriori rispetto a quelli del salario accessorio.

5) Non è chiaro il motivo della durata temporanea di massimo 24 mesi dell’incarico, che dal testo del provvedimento non sembrano prorogabili né rinnovabili, mentre avrebbe avuto coerenza con l’impianto scelto, che peraltro non condividiamo, un incarico legato alla durata dell’incarico del Responsabile dell’ufficio territoriale.

6) Occorrerebbe definire i meccanismi per la sostituzione della figura a scadenza o anticipatamente, nonché i motivi per eventuali revoche anticipate dell’incarico e le relative modalità. Non è inoltre presente un termine minimo, nonostante le funzioni ricoperte richiedano evidentemente un periodo di “avviamento” non trascurabile.

7) Il referente non può essere un "vice", quindi va riscritto l'ultimo articolo del bando. Sarebbe inoltre opportuno specificare che non è delegabile, anche ai sensi dell’art. 4 della Deliberazione n. 103/2016 del Direttore Generale citata nelle premesse, la funzione di “datore di lavoro”.

Alla fine della nota di osservazioni, abbiamo sollecitato il tavolo più volte richiesto dalle organizzazioni sindacali e ripetutamente concordato al tavolo di contrattazione, ma mai calendarizzato, sull'assetto delle sedi territoriali.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Ora e sempre esperienza!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter