FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3931279
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Decreto sulla ricerca in arrivo: assemblea all'ISTAT

Decreto sulla ricerca in arrivo: assemblea all'ISTAT

Martedì 19 aprile a via Balbo, in videoconferenza con le sedi territoriali

15/04/2016
Decrease text size Increase  text size

Dopo la firma dell’accordo quadro sui nuovi comparti della Pubblica Amministrazione, si dovrebbe aprire la partita sui rinnovi contrattuali, per fare ripartire, in tutti i settori, i salari e le carriere bloccati dal 2009. Ma da una parte i primi elementi contenuti nel DEF sono del tutto scoraggianti, visto che con le risorse attualmente stanziate – ovvero quelle previste dalla legge di stabilità 2016 - si copre a stento l’indennità di vacanza contrattuale. Dall’altra negli scorsi giorni è circolata una bozza proveniente dal MIUR del provvedimento legislativo previsto dalla legge sulla Pubblica Amministrazione dello scorso anno riguardante la riorganizzazione degli enti pubblici di ricerca che è davvero preoccupante per i suoi contenuti.

Il testo prodotto del MIUR è completamente inaccettabile, in particolare sulla parte relativa al reclutamento.

Il decreto produrrebbe innanzitutto una spaccatura insostenibile tra I-III e IV-VIII.

Da una parte infatti il personale tecnico-amministrativo è completamente assente dal decreto: che fine faranno i percorsi di carriera e stipendiali, nonché i tanti precari dei livelli IV-VIII, oltre la metà negli enti di ricerca?

I ricercatori e tecnologi verrebbero invece decontrattualizzati. Questo significa che lo stipendio di ricercatori e tecnologi sarebbe deciso direttamente con un Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri e che in generale tutto quello che riguarda mansioni, profili e carriere sarà in balia delle scelte della politica e della dirigenza degli enti.

Il nuovo “reclutamento” previsto porterebbe a una precarizzazione di massa con figure contrattuali con modalità e diritti diversi, prendendo spunto – riuscendo addirittura a peggiorarne alcuni aspetti - dal modello universitario (Riforma Gelmini), che già ha dimostrato in questi anni il suo fallimento e creato una “carriera” pre-ruolo ultraventennale.

I ricercatori e tecnologi di III livello di ruolo sarebbero posti “a esaurimento”, in competizione con precari e sottoinquadrati per i “nuovi” profili professionali di primo ricercatore e primo tecnologo.

Per affrontare e chiarire la situazione e le conseguenze possibili sugli enti di ricerca e sull’Istat, nonché per decidere come contrastare il decreto così come uscito dal MIUR, è convocata

ASSEMBLEA GENERALE DI TUTTE LE LAVORATRICI E I  LAVORATORI DELL’ISTAT
IN VIDEOCONFERENZA CON LE SEDI TERRITORIALI

MARTEDÌ 19 APRILE 2016 IN AULA MAGNA A VIA BALBO ALLE 10.30
Interverrà il segretario nazionale FLC CGIL Francesco Sinopoli

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter