FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3920071
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Contrattazione ISTAT: incontro sui benefici assistenziali 2013

Contrattazione ISTAT: incontro sui benefici assistenziali 2013

Sul mancato pagamento del residuo dell'accessorio 2011 la situazione rischia di esplodere

11/02/2015
Decrease text size Increase  text size

Si è svolto oggi l'incontro sui benefici assistenziali relativi al 2013.

Preliminarmente, abbiamo ricordato la nostra critica - che nell'accordo 2012 abbiamo anche inserito in una nota a verbale - sulla costituzione del fondo, che non include tutte le spese per il personale, come previsto dal CCNL.

La proposta dell'amministrazione appare accettabile per quanto riguarda la distribuzione delle risorse tra le varie voci. La FLC CGIL è disponibile a chiudere il 2013 per passare a discutere immediatamente del 2014, salvo una verifica sulla quantificazione del fondo. Appare infatti "strana" la diminuzione di circa 30mila euro tra il 2012 e il 2013, visto che il personale è rimasto costante tra i due anni. In particolare non sembra giustificata la diminuzione dell'importo dell'imponibile dei buoni pasto, che passa da 1 milione di euro a 200mila, anche scontando la diminuzione intervenuta a ottobre 2012 dell'importo unitario del buono pasto da 8 a 7 euro. Aggiustamenti per spostare pochi euro da una voce ad un'altra non avrebbero  senso se portassero a ulteriori ritardi. Abbiamo infine chiesto che nelle buste paga sia finalmente possibile al personale capire quali rimborsi sono stati erogati e a quale richiesta si riferiscono.

L'amministrazione si è presa qualche giorno per verificare i conti e per fare una proposta firmabile, dichiarando un impegno a convocare i revisori in modo da velocizzare la costituzione dei fondi per il 2014 (sia per l'accessorio che per l'assistenziale). Al tempo stesso la delegazione trattante ha chiesto alle organizzazioni sindacali di inviare proposte di modifica e estensione del regolamento nei prossimi giorni per iscritto.

Per quanto riguarda il regolamento sul fondo assistenziale, la FLC CGIL ha proposto di inserire nuove categorie di dispositivi rimborsabili (ad esempio quelli per non vedenti e strumenti ortopedici diversi dalle protesi), nonché di abbassare a una settimana il periodo minimo per la richiesta dei rimborsi per i soggiorni estivi.

Abbiamo quindi ribadito che sia la seconda tranche della produttività, sia le economie del fondo 2011 non possono attendere e che vanno erogate. In mancanza di segnali in questo senso, la FLC CGIL proseguirà nei prossimi giorni con tutte le iniziative possibili e necessarie, insieme ai lavoratori, per ottenere quanto dovuto.

La FLC CGIL ha invitato l'amministrazione a verificare la possibilità di passare dal buono pasto cartaceo a quello elettronico, visto che nella legge di stabilità 2015 sono previsti sgravi fiscali in questo caso, e anche dato il risparmio di carta, logistici e la diminuzione dei rischi per amministrazione e dipendenti che tale passaggio comporterebbe. Per i dipendenti ci sarebbe un vantaggio economico di circa 100 euro l'anno.

Il direttore generale Antonucci, che ha  introdotto la riunione per poi lasciare il tavolo alla delegazione trattante (Weber e Calzaroni), ha specificato che sta lavorando per potere recuperare il tempo perduto su tutti i temi e ha annunciato che l'Istat ha inviato una nota all'Avvocatura generale dello Stato per chiedere una consulenza sulla decisione sull'eventuale appello per le cause perse in merito all'anzianità di servizio a tempo determinato.

Aggiornamento del 12 febbraio

Il prossimo incontro è stato fissato per la mattina di venerdì 20 febbraio 

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Elezioni RSU 2018: candidati con noi!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter