FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3925343
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Conto terzi: l'Istat continua nell'inerzia e si perdono fondi europei

Conto terzi: l'Istat continua nell'inerzia e si perdono fondi europei

La FLC CGIL ritiene grave quanto successo al servizio IFL, chiede un incontro sul tema dei finanziamenti esterni

28/07/2015
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Poche settimane fa all’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare è stato firmato un accordo sul conto terzi, che destina per i prossimi anni tra il 10 e il 30% dell’overhead dei progetti esterni al fondo del salario accessorio, sia per i I-III che per i IV-VIII.

Prosegue invece il silenzio dell’Istituto Nazionale di Statistica sull’argomento, che dopo molte sollecitazioni ha annunciato di voler aprire un tavolo con le organizzazioni sindacali, mai convocato.

Continuano a non esserci risposte su uno strumento che potrebbe portare risorse per la totalità del personale (I-III e IV-VIII), come peraltro sull’applicazione dell’articolo 4 comma 3 del CCNL 1998-20001 secondo biennio: anch’esso può portare a aumentare il fondo del salario accessorio, sia per i I-III che per i IV-VIII.

Il servizio IFL (Forze Lavoro e Istruzione) ha inviato negli scorsi giorni una lettera ai propri dirigenti, informando le organizzazioni sindacali, per denunciare che – a causa di motivazioni organizzative francamente incomprensibili – non è stato chiesto, come tradizionalmente fatto negli ultimi anni, il finanziamento europeo per il modulo ad hoc del 2016. Questa scelta fa perdere all’Istituto 130-150mila euro, peraltro utilizzabili in parte sia per assegnare lavoro straordinario, e quindi indirettamente alleggerire il carico sul fondo del salario accessorio, sia per pagare risorse a tempo determinato, e perciò indirettamente allungare le prospettive degli attuali precari. Non è la prima volta che in Istituto si perdono fondi a causa della scarsa organizzazione da parte della dirigenza, ma ciò non rende meno grave la vicenda, soprattutto in una situazione di scarsità di risorse come è quella odierna.

La FLC CGIL, associandosi alla denuncia dei lavoratori, chiede quindi un tavolo che affronti il tema dei finanziamenti esterni, sia per quanto riguarda la gestione delle procedure amministrative, troppo spesso lasciate all’iniziativa di singoli lavoratori, sia per il legame che hanno con le risorse a tempo determinato e con l’assegnazione degli straordinari.

L’obiettivo è quello di arrivare a un regolamento condiviso sul conto terzi, che permetta l’incremento delle risorse del fondo del salario accessorio dal 2015 in poi.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Elezioni RSU 2018: candidati con noi!
Elezioni RSU 2018: candidati con noi

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter