FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3948890
Home » Enti » ISTAT » Notizie » Benefici assistenziali ISTAT: firmata l’ipotesi di accordo sul 2016

Benefici assistenziali ISTAT: firmata l’ipotesi di accordo sul 2016

Incontro tecnico per risolvere i problemi del nuovo regolamento

15/10/2018
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nel corso dell’incontro dello scorso giovedì 11 ottobre è stata brevemente discussa la proposta di accordo sulla distribuzione dei benefici assistenziali dell’amministrazione, che lascia sostanzialmente invariati gli stanziamenti, riducendoli in modo simile alla riduzione del fondo stesso rispetto al 2015. Il fondo è più basso, a causa della riduzione nel bilancio preventivo dello stanziamento per le spese del personale. Ci aspettiamo un leggero incremento per il 2017. Abbiamo firmato l'ipotesi di accordo giovedì 18 ottobre, con una nota a verbale. Ora l'ipotesi di accordo sarà inviata ai revisori, che hanno preventivamente certificato il fondo, e poi agli organi vigilanti. Solo allora l'Istat pagherà ai dipendenti i rimborsi per le spese sostenute nel 2016.

Nello stesso giorno si è tenuto un incontro tecnico per risolvere le questioni sollevate più volte dalla FLC CGIL e dalle altre organizzazioni sindacali rispetto all’adozione del nuovo regolamento, sia per i cessati che non hanno potuto e non potranno presentare la richiesta di rimborso dei sussidi (come accadeva in passato), sia per chi non ha presentato parte delle spese mediche del 2017.

L'amministrazione dovrebbe finalmente risolvere il primo problema, emanando una nota che modifica e integra il regolamento, permettendo anche ai pensionati di presentare domanda insieme agli altri colleghi per il rimborso delle spese mediche.

L'altro problema, riguardante le spese mediche del 2017 che i dipendenti non hanno potuto presentare in base al nuovo regolamento, avendo ecceduto il tetto di spesa del 2017 o avendo spese residue sotto il limite minimo, non è stato risolto. Abbiamo chiesto almeno all'amministrazione di attivare la ricognizione più volte promessa su questo aspetto.

Per quanto riguarda la sperimentazione avviata dall’Istituto sull'ISEE, la DCRU sta predisponendo un'analisi. Sembra che pur avendo risposto una quota ridotta del "campione" (meno di un terzo) siano emersi elementi interessanti. 

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter