FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3946782
Home » Enti » ISTAT » Notizie » All'ISTAT il ritardo per l'amministrazione è "fisiologico"

All'ISTAT il ritardo per l'amministrazione è "fisiologico"

Resoconto dell'incontro sulle fasce di ricercatori e tecnologi del 28 marzo 2018

30/03/2018
Decrease text size Increase  text size

L'incontro è stato fissato dall'amministrazione in risposta alla richiesta fatta dalla FLC e dall'ANPRI sugli arretrati pagati a tassazione ordinaria invece che separata.

L'amministrazione si è difesa invocando gli orientamenti in merito dell'Agenzia delle entrate, che invitano le amministrazioni a pagare con tassazione ordinaria gli arretrati solo se il ritardo dell'erogazione è "fisiologico". Oltre a imprecisati problemi di attività impreviste che hanno implicato che gli organismi di verifica si riunissero solo a novembre 2017, sono stati ricordati i problemi del sistema informativo (URBI), per il quale ci sono anche problemi sull'assistenza, visto che il contratto di fornitura è in scadenza. Un segnale di inversione di tendenza è che la DCRU ha inserito "manualmente" tutte le anzianità pregresse nel sistema URBI, in modo da velocizzare la procedura per quest'anno. L'amministrazione ha inoltre sostenuto che secondo i suoi calcoli il danno economico per molti colleghi è di poco conto, al massimo 60 euro.

Abbiamo fatto notare che il ritardo non è per niente "fisiologico" e che il CCNL 1994-1997 - II biennio economico, art. 4 comma 8 parla chiaramente del 30 aprile come data entro la quale ultimare le verifiche sull'attività svolta per l'attribuzione delle fasce dell'anno di riferimento. Se le cifre sono così contenute, anche il rischio di presunto "danno erariale" è altrettanto basso. 

In ogni caso - apprezzando che almeno  la procedura quest'anno sia partita un mese prima rispetto al 2017 - abbiamo chiesto che si definisca un calendario ufficiale della procedura, in modo da dare scadenze non solo ai dipendenti per la produzione delle relazioni, ma anche agli organismi che attuano le verifiche.

L'amministrazione ha dato la sua disponibilità.

Sulla vicenda è in preparazione un comunicato unitario.

I rappresentanti della FLC CGIL hanno inoltre posto alcune questioni aggiuntive.

Abbiamo chiesto di inserire nella procedura di valutazione tutti i colleghi con precedenti contratti a tempo determinato, assunti in ruolo negli scorsi anni, che - anche in base al nuovo CCNL - dovranno avere riconosciuta l'anzianità.

E' stato risposto che la prossima settimana è prevista un'apposita riunione con il direttore generale per decidere come comportarsi in merito e successivamente verrà data comunicazione degli esiti alle organizzazioni sindacali.

Perché ai colleghi risultati vincitori del ricorso per il riconoscimento dell'anzianità a tempo determinato con sentenza del dicembre 2016, che hanno partecipato alla procedura di valutazione nel 2017, non sono stati pagati ancora gli arretrati?

La risposta è stata che c'è stato un errore nella delibera di calcolo delle fasce, quindi si dovrà procedere a una correzione. Entro aprile dovrebbe essere prodotta la nuova delibera, e entro due mesi ci sarà l'erogazione degli arretrati, con tassazione separata.

Abbiamo chiesto (nuovamente) di inserire subito nella procedura di valutazione i colleghi (circa 60) per i quali la sentenza di appello di novembre 2017 prevede la verifica dell'attività svolta in passato, a tempo determinato.

La risposta è stata che sarà inviata l'email per la verifica anche a questi colleghi nel mese di aprile

A margine abbiamo chiesto notizie sull'andamento e gli esiti della contrattazione integrativa.

Articolo 53 e accordo 2017 IV-VIII

L'ipotesi di accordo è stata trasmessa ai revisori, che non l'hanno ancora valutata, dovrebbero farlo nella prossima seduta. Abbiamo ribadito l'urgenza, l'obiettivo rimane quello di far partire prima possibile la procedura art. 53, che deve chiudersi entro l'anno. I revisori hanno invece, per l'ennesima volta, discusso sul regolamento conto terzi, che poi è stato portato all'attenzione dell'ultima riunione del Consiglio: non si sa con quali esiti.

Accordi 2016 I-III e IV-VIII

L'accordo sul 2016 dei I-III è stato definitivamente firmato a gennaio, quello per i IV-VIII è stato certificato dai revisori ed è stato inviato agli organi vigilanti circa un mese fa. Salvo problemi dell'ultimo minuto quindi si può pianificare il pagamento di quanto dovuto per tutto il personale, relativamente al 2016.

Call per Raccolta Dati

Il Comitato di presidenza ha deciso di attivare una call per sopperire alla mancanza di personale della direzione di raccolta dati. Successivamente sarà valutata la possibilità di far partire altre call per altre direzioni o servizi.

Benefici assistenziali

Abbiamo chiesto nuovamente di risolvere i vari problemi dovuti al passaggio dal vecchio al nuovo regolamento. Dovrebbe essere fissato un incontro tecnico apposito, già più volte promesso.

Nel frattempo, senza darne alcuna informativa alle organizzazioni sindacali, è partita la "sperimentazione" su un campione di colleghi sull'ISEE legato all'erogazione dei benefici assistenziali.

Il prossimo incontro di contrattazione è fissato per il 12 aprile.

Altre notizie da:

I nostri rappresentanti

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro

Servizi e comunicazioni

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL

Altre notizie da flcgil.it

Seguici su twitter